Info

La Scuola di Paleoantropologia propone un’offerta didattica articolata su due livelli:

Primo Livelloformazione di base
Aperto a studenti, laureati, dottorandi, insegnanti e semplici appassionati, ha come obiettivo offrire una conoscenza di base nel campo della paleoantropologia e delle discipline correlate (antropologia molecolare, paleontologia dei vertebrati, archeologia preistorica, archeozoologia, geologia del Quaternario, morfologia funzionale, ecc.).

Secondo Livelloworkshop tematico
Corso specialistico e professionalizzante focalizzato, di anno in anno, su uno specifico tema/approccio metodologico. Dedicato a partecipanti con buone basi in paleoantropologia e/o discipline correlate, che siano interessati ad approfondire la tematica in esame.


Workshop Edizione 2022

AUSTRALOPITECI
Bipedi ma non (ancora) umani

A partire da circa 4 milioni di anni fa le evidenze fossili della linea evolutiva umana descrivono l’esistenza di varie specie di Ominini tradizionalmente indicate come Australopitecine. Fossili di queste sono stati ritrovati in varie zone dell’Africa e mostrano una tendenza all’aumento delle dimensioni dentarie e un’andatura bipede definita ‘facoltativa’, in quanto capaci anche di arrampicamento sugli alberi. La diversità fra le varie specie fu probabilmente il risultato di adattamenti diversi di forme che sono coesistite, nel corso del tempo, a volte anche negli stessi ecosistemi.

Dopo i 3 milioni di anni, si hanno evidenze di una radiazione evolutiva che ha dato origine a due linee ben distinte: da una parte le cosiddette Australopitecine ‘robuste’, con una specializzazione dell’apparato masticatorio; dall’altra le prime specie del genere Homo.

La ricca documentazione fossile di Australopitecine consente oggi di studiare aspetti diversi della loro morfologia e della loro biologia: il tipo di dieta, le modalità di locomozione, il grado di dimorfismo sessuale, la struttura sociale, i tempi di sviluppo e anche l’uso di semplici utensili.


Le lezioni si terranno da lunedì 14/02 a venerdì 18/02/2022 presso il complesso del Rettorato (Palazzo Murena) in Piazza Università.

Per ciascuna giornata, le lezioni avranno una durata complessiva di 8 ore (4 al mattino e 4 al pomeriggio).
Le ultime due ore (venerdì 18/02/2022, 16:30–18:30) saranno dedicate al test finale di valutazione.

L’ultima giornata della Scuola (sabato 19/02/2022, fino alle 13:00 circa) avrà luogo in una prestigiosa sede nel Centro Storico di Perugia in via di definizione.

La giornata di sabato sarà dedicata alla conferenza di chiusura del Lee Berger (vedi sotto) e alla consegna degli attestati di partecipazione.
Unitamente all’attestato, a ciascun partecipante sarà consegnato un certificato riportante il dettaglio dei corsi seguiti e il risultato del test finale.

La partecipazione alla Scuola di Paleoantropologia consente di ottenere 6 CFU.
La partecipazione alle attività di ricerca in Tanzania consente di ottenere 6 CFU.
Naturalmente, i CFU conseguiti con la Scuola di Paleoantropologia dovranno essere convalidati dagli organi preposti nei rispettivi Atenei di provenienza dei partecipanti.

PER GLI INSEGNANTI
La Scuola di Paleoantropologia è un corso di formazione accreditato presso il Ministero dell’Istruzione. Per la partecipazione, gli insegnanti possono usufruire della CARTA DEL DOCENTE.


ATTENZIONE
Il possesso del Green Pass è obbligatorio!
Il Green Pass dei partecipanti sarà controllato giornalmente al momento dell’accesso nei locali universitari.


ATTENZIONE
Il Primo Livello (formazione di base) è aperto a un massimo di 50 partecipanti.
Il Secondo Livello (workshop tematico) è aperto a un massimo di 60 partecipanti.
Saranno quindi considerate valide solo le prime 50 iscrizioni pervenute per il Primo Livello e le prime 60 per il Secondo Livello.
Il Comitato Organizzatore si riserva di comunicare eventuali variazioni del limite massimo di partecipanti, in funzione di modifiche delle capienze massime delle aule dettate dalle norme sul distanziamento.

 

Share